Croissants faits maison. Quando una pasticceria francese ti entra in casa di primo mattino

Eh si. Niente di più bello che un burroso , succulento, friabile , orgasmico croissant francese. Chi di voi ha potuto provare l’ebbrezza di una petit dejeuner francese sa di cosa parlo : 1 croissant con tanto buon burro. 1 pain au chocolat da svenire. Un succo ed una bevanda calda. Inizi cosi il viaggio verso il favoloso mondo della inimitabile bontà del “dolciume” made in France. Che dite allora? Li facciamo in casa cosi da provare la stessa ebbrezza? Bene.

Ingredienti

350 g farina w340
150 farina w180
230g acqua fredda
100g burro (della coop, purtroppo avevo questo)
60g zucchero semolato
25 g lievito fresco
10 g latte in polvere

Per la sfogliatura
250g burro

Inserisco in planetaria tutti gli ingredienti del panetto escluso l’acqua. Burro morbido, mi raccomando…e tagliato a pezzetti. Dicevo: avvio la planetaria e inserisco a filo l’acqua fredda di frigo. In questo modo evito che il burro si sciolga e mi crei una palla appiccicosa e burrosa. Man a mano l’impasto prenderà forma e mi fermerò quando ottengo una massa morbida e che si stacca dalle pareti della ciotola della planetaria.

Creo una “mattonella” di pasta . Si …cerco proprio di formare una mattonella di pasta rettangolare alta circa 5 cm. Avvolgo in pellicola. Metto questa massa a riposare almeno una notte (8 ore) in frigo nella parte più bassa. Il giorno dopo noterete che il panetto è cresciuto e si è gonfiato.

Di buon ora, o in mattinata prepariamo il burro per sfogliatura. Lo inserisco tra due fogli di carta forno e inizio a battere a mò di martello con il mattarello. Si.Proprio a mò di martello. In questo modo non spappolo il burro e lo allargo conservando plasticità. Creo un panetto alto 7mm.

Posiziono in freezer. Nel frattempo tiro fuori l’impasto fatto il giorno prima. Stendo il tutto in un rettangolo di circa 40*30cm. Posiziono il panetto di burro estratto dal freezer nella metà bassa di questo impasto steso. Fate in modo che il burro occupi la metà bassa.

Ora…vorrei continuare. Ma descriverlo è un casotto. Vi lascio un ottimo video da visionare , chiaro ed esaustivo. Molte volte guardare è meglio che solo leggere.

Vi ricordo solo :

1)I croissants appena formati li potete congelare su un vassoio o piatto e poi, una volta congelati, riporli in bustine freezer. Quando vorrete gustarne li mettete la sera prima nel forno di casa ed in 6/7 ore vi troverete i croissant belli lievitati da “dorare” con un uovo sbattuto + 1 albume.

2)Cottura. Forno statico 180°C per circa 12/15 minuti. Dipende dalla pezzatura. Comunque fino a quando non diventano di un bel colore marrone.

Buona visione e…buon appetito

 

 

cro1cro2cro3cro4cro5

8 thoughts on “Croissants faits maison. Quando una pasticceria francese ti entra in casa di primo mattino

  1. Queste foto mi hannop stregato.
    I tuoi croissant sono meravigliosi hanno una sezione e dei colori davvero spettacolari.
    Dovrò provare la tua ricetta fino a quando gli somiglieranno anche i miei 🙂

    1. Grazie Emiliano! Sappi che se hai bisogno di qualsiasi informazione basta inviarmi un messaggio anche su Facebook! 🙂

      1. Premessa: in video vieni molto meglio tu!!!! 😀😀😀
        Domanda: quanti “giri” bisogna dare? Solo 2 come nel video?
        Grazie 😊
        Dany

  2. Mamma mia Guido!!
    Una ricetta davvero vincente!
    Mi sono venuti dei cornetti fantastici; io quì dalle mie parti non ne trovo di così buoni come quelli che mi son venuti con la tua ricetta.
    Sicuramente una ricetta da consigliare a tutti!
    Grazie ancora, la terrò custodita come oro e prevedo che la userò a lungo per far giorire me e tutta la mia famiglia nei risvegli domenicali!
    P.S. la formula di congelarli a fine formatura e di metterli a scongelare la notte prima è una vera manna! 😉

  3. Ciao, ho visto queste foto e sono onestamente fantastici, complimenti. Volevo chiedere, non capendo il francese, immagino come sono i tempi di riposo da un passaggio all’altro? Inserisco il burro nella sfogliatura, prime pieghe poi immagino frigo per quante ore? Dopo le seconde pieghe, ancora frigo per quanto? Ed infine, stesura, taglio formazione croissant –> immagino a lievitare, indicativamente per quanto tempo? Non credo tanto visti i 25gr di lievito! Grazie ancora e saluti.

    1. Ciao!Di media in frigo , se il lavoro è eseguito bene, basta mezz’ora. Dovranno lievitare per circa 1.5 ore. te ne accorgerai che sono pronti perchè saranno soffici al tatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *